Conte Ottavio Riserva 

 Brindisi - 2014 - D.O.C. 

 

Scheda Tecnica

 

Zona di produzione: Puglia, provincia di Brindisi.

Uvaggio:  % Sangiovese brindisino ; 15% Malvasia nera; 5% Negro Amaro.

Rese Massime: quintali di uva ad ettaro; 60 ettolitri in vino per ettaro

Gradazione Alcoolica: 12,5%vol

Descrizione del Vino: Colore: rosso rubino con unghia aranciata ; Odore: tipico, evoluto con lievi sentori speziati tipici del Negro Amaro; Sapore: alcolico, pieno, lungo, con note dolci di legno ben amalgamato.

Da consumarsi: preferibilmente entro 5 anni dalla vendemmia

 

 

Commento:

E’ oramai sorpassato il tempo in cui i vini pugliesi servivano unicamente ad aggiustare ed aumentare il valore intrinseco dei blasonati vini del settentrione italiano o transalpino. La moda per questi rossi presso i consumatori attenti è giustamente esplosa grazie anche alla qualità che oggi per la commercializzazione in bottiglia viene progettata sin dalla vigna. Non che la qualità di un tempo fosse scadente, dal momento che le condizioni del terroir, le più importanti per la classe di un vino, sono rimaste identiche, ma perché le doti di un prodotto utilizzato per tagliare ed irrobustire altri vini, come ad esempio il Negro Amaro, definito localmente “rozzo” (l’altissima gradazione, la prontezza di odori e sapori) non sono le stesse per quello che deve affinarsi in legno e successivamente in bottiglia.

Da allora chi in Puglia vuole produrre per la bottiglia ha ridotto le rese ad ettaro, ha variato la forma di coltivazione, passando dal tendone all’alberello, ha aumentato la densità dei ceppi ed ha eliminato l’irrigazione. Ecco così nato questo succulento vino rosso, nel quale la rudezza del Negro Amaro si addolcisce dei profumi della Malvasia nera e della morbidezza del Sangiovese brindisino, il tutto ulteriormente ingentilito da un invecchiamento in rovere di circa 24 mesi. Rosso importante da carni ovine, caprine o cacciagione, cotte arrosto o sulla brace, è ottimo anche per accompagnare primi molto saporiti e formaggi stagionati. Un suo atipico ed ardito accostamento può essere anche il pesce, specie se marinato( come rombo al forno). Stappare con congruo anticipo, almeno 2 ore prima del servizio a 18°C.