Uva Barbera

 

uva Cabernet sauvignon

 

Uva Dolcetto

 

Monferrato Rosso  

DOC  2015

 

 

 

 

 

SCHEDA TECNICA

 

ZONA DI PRODUZIONE:  Colline del Monferrato tra le province di Alessandria ed Asti

UVAGGIO: Barbera 40 %

                  Cabernet Sauvignon 40%

                  Dolcetto 20%

GRADAZIONE ALCOLICA : 14 %

DESCRIZIONE DEL VINO:

Colore: rosso rubino intenso ed impenetrabile

Odore:  complesso e persistente, con note fruttate e vegetali ben integrate al legno dolce

Sapore: fresco, di corpo, complesso e lungo

DA CONSUMARSI ENTRO:  5 anni

 

 

 

 

COMMENTO

 

La denominazione Monferrato è stata creata da poco più di un decennio per permettere ai vignaioli più fantasiosi ed eccentrici di sbizzarrirsi in uvaggi e tecniche enologiche altrimenti vietate nelle rigide DOC piemontesi. Ed in effetti era un peccato non poter unire nella stessa bottiglia le caratteristiche precipue portate in dote da tre dei vitigni simbolo della viticoltura sabauda ed internazionale: il Barbera, potente e celebre per la sua vena acida che dona longevità,  il Dolcetto, ricco in sentori olfattivi fruttati, conosciuto per l’immediatezza che regala ai suoi figli ed infine il Cabernet Sauvignon, varietà ubiquitaria che è ormai simbolo vivente del gusto internazionale, dalle tipiche note verdi e di piccoli frutti rossi del sottobosco.

Rosso molto corposo e strutturato, ricco in estratti, riesce nonostante ciò ad essere un bicchiere di facile ed immediata beva, grazie in particolar modo alla sottile vena acida ed agli eleganti profumi primari che sprigiona, nonché al passaggio di oltre un anno in legno grande che ha contribuito ad arrotondarlo definitivamente.

Vino da tutto pasto può sbizzarrirsi negli abbinamenti culinari che possono andare da primi in brodo (i locali addirittura hanno l’abitudine di aggiungerne un mezzo bicchiere direttamente nel piatto fumante di agnolotti in brodo per esaltarne il sapore ed abbassare nello stesso tempo la temperatura che altrimenti sarebbe ustionante) ai primi al forno quali i cannelloni. Nel prosieguo del pasto ben s’accorda a portate di carni rosse per finire con formaggi mediamente stagionati.

Servire intorno a 18° C avendo cura di stappare la bottiglia con almeno un’ora di anticipo rispetto al servizio.

 

DOC del 2010 - QUANTITATIVO LILITATO

 

Pagina Iniziale

 

pagina precedente