Nero d'avola - DOLCE

 

 

 

Sicilia  - I.G.T.  2006

 

 

 

Nero d'Avola

SCHEDA TECNICA

ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia
UVAGGIO:100% Nero d'Avola
GRADAZIONE ALCOLICA:l2%
DESCRIZIONE DEL VINO:
Colore: rosso rubino concentrato

Odore:
vinoso, fruttato con note di frutta rossa dolce.
Sapore:pieno, dolce, molto rotondo.
DA CONSUMARSI ENTRO: 2 anni

COMMENTO;

Conosciuto anche con lo pseudonimo di Calabrese, il Nero d'Avola e oggi con certezza il vitigno autoctono bandiera del sud Italia ed in particolare della nostra splendida isola che, se imbottigliasse tutto il mare di vino che annualmente produce; (circa 8 milioni di ettolitri O per rendere meglio l'idea, circa un miliardo di bottiglie da 0,75 litri), farebbe venire il mal di testa a molti produttori di zone più blasonate, italiane e non Per potersi distinguere in questo mare di vino e navigare un metro sopra gli altri, ben venga l'idea, invero del tutto innovativa, anche se appare stravagante, di presentarne una versione nettamente dolce, con quasi 70 g/l di residuo zuccherino Le sensazioni dolci vanno a confrontarsi con una struttura importante ed un corpo pieno, aumentandone la grassezza e morbidezza cd attenuandone l'impatto stucchevole al palato

Un'interpretazione del Nero d'Avola altrimenti introvabile su' mercato, unica, adattissima a soddisfare quella numerosissima fascia di consumatori che si vergognano quasi di dichiarare il loro amore per i vini dolci e che potrebbe rivelarsi essere addirittura una maggioranza silenziosa

A coronamento dell'innovazione non poteva mancare anche un packaging ricco in sorprese, seppur legato alla tradizione L'etichetta frontale inflitti, che riproduce uno dei dipinti simbolo dell'flalianità, la Gioconda o Monna Lisa che dir si voglia. può essere utilizzata per un miglior servizio del vino stesso. Strappandone il lato destro in alto, lungo la freccia, apparirà come per incanto un salva goccia o drop-stop, come più comunemente conosciuto, che, arrotolato attorno alla sua faccia argentata, potrà essere inserito sino a metà nel collo della bottiglia evitando che, durante la mescita, fastidiose macchie rosse di questo vero e proprio nettare vadano a violare la candida tovaglia

Trattandosi di una prima assoluta anche gli abbinamenti dovranno essere creati ad hoc, in modo fantasioso ed innovativo. Certamente praticabili quelli con formaggi piccanti e saporiti frutta e dolci, tra cui merita un serio pensierino il cannolo siciliano con ricotta e canditi.

 

Pagina Iniziale

Pagina Precedente