Romagna Sangiovese

D.O.C.

Superiore Riserva 2013

Scheda tecnica

ZONA DI PRODUZIONE:  Emilia Romagna, Romagna, Forli’,

UVAGGIO:   100 % Sangiovese

GRADAZIONE ALCOLICA : 13,5 %

DESCRIZIONE DEL VINO:

Colore: rosso rubino carico

Odore: ricco ed intenso, con aromi fruttati molto evidenti, in particolar modo prugna e ciliegia, e sentori floreali tipici di viola mammola be integrati alle note dolci cedute dal legno

Sapore: di corpo importante, morbido, fresco, molto persistente e lungo

DA CONSUMARSI ENTRO:  una Riserva già ora pronta che può ben resistere e figurare per il prossimo lustro

                                              

COMMENTO:

 

Ardua la disputa sulle origini del Sangiovese (Sangue di Giove sembra sia l’origine del nome), di cui si contendono la paternità ormai da secoli dai due lati dell’appennino i toscani ed i romagnoli. Certo è che, mentre in terra toscana è stato privilegiato l’aspetto di vitigno da vini importanti ed impegnativi, come il Brunello od il Chianti Classico, in Romagna questa varietà è stata perlopiù interpretata come fucina di vini pronti e d’immediato impatto, spensierati ed allegri come del resto, per antonomasia, sono gli autoctoni. I giovani enologi locali però, mossi da un moto d’orgoglio, intendono dimostrare come anche al di qua dell’Appennino sia possibile produrre vini strutturati, da invecchiamento, sotto l’egida  prevista dal disciplinare di Superiore (gradazione di nascita di maggiore almeno di 1% vol e resa per ettaro massima ammessa inferiore di almeno1.500 kg d’uva) e Riserva (almeno 24 mesi di invecchiamento in cantina prima della commercializzazione).

Nell’entroterra forlivese, sulle dolci colline della valle del fiume Bidente, lungo la strada che da li a pochi chilometri scavalla in Toscana, nasce questo romagnolo di razza, che riesce a integrare in un sol bicchiere la tipica immediatezza e facilità di beva con l’austerità e nobiltà che il Sangiovese sa esprimere ai massimi livelli.

Rosso dai bouquet ampio con note di ciliegia, confettura di frutti rossi e prugna, che si combinano egregiamente con una trama tannica ben equilibrata, grazie alla maturazione in barrique di rovere francese, ama, come del resto la sua gente, la buona tavola, prediligendo ruspanti ma ricchi compagni di desco a base di carni rosse, quali arrosti, brasati o stufati nonché formaggi ben stagionati. Servire a 16° C.