Sangue di Giuda 

 

D.O.C.  Oltrepò Pavese - 2009 - Dolce Frizzante

 


Oltrepò Pavese

 

Croatina

 

Scheda Tecnica

ZONA DI PRODUZIONE: Lomb&dia, prov. Pavia, solo pochi comuni dell'Oltrepò.

UVAGGIO: 45 % Croatina.;  40 % Barbera; 10% UvaRara.

RESE:  60 quintali d'uva per ettaro. 40 ettolitri in vino per ettaro

GRADAZIONE ALCOLICA: 7 % VoI

DESCRIZIONE DEL VINO 

Colore:rosso rubino con riflessi violacei e bella spunta atta niescita nel bicchiere.

Odore:        fragrante, ricco, con note di frutta fresca ed in particolare fragola e spezie

Sapore: fresco e spumeggiante, perfettamente bilanciato tra le note acide e quelle dolci, che prevalgono nel finale, succoso e ricco in sensazioni fruttate

DA CONSUMARSI ENTRO: in gioventù.

COMMENTO:

 

L'Oltrepò Pavese è una lunga lingua di colline in Lombardia, che confinano da un lato con il Piacentino e dall'altro sfociano nel Tortonese, toccando in tal modo con le proprie propaggini sia l'Emilia che il Piemonte. Noto soprattutto per il Pinot Nero regala però, a chi vi s'avvicina con fare curioso, parecchie chicche tra cui primeggia questo Sangue di Giuda, intrigante sia nel nome che nel bicchiere, coltivato tipicamente in un fazzoletto di terra che va da Stradella a Broni.

Il nome deriva ovviarnente dal bel colore sanguigno con cui si presenta ma anche da una. leggenda secondo la quale Giuda, una volta morto e pentitosi di aver tradito Gesù, sarebbe stato fatto resuscitare in Oltrepò e precisamente a Broni Qui venne riconosciuto dai locali, che decisero di metterlo nuovamente a morte per ciò che aveva fatto nella sua prima vita; le cose sarebbero precipitate se Giuda non avesse risanato le viti locali, colpite da una tremenda malattia, ottenendo salva la vita e l'onore di battezzare il vino per eccellenza della zona. Dolce, ma non stucchevole, dalla bassa gradazione alcolica, ricco In sentori fruttati e frizzante, sembrerebbe creato appositamente, dopo attenti studi di marketing, per incontrare e catturare il gusto dei neofiti del vino, che dalla Coca Cola o altri intrugli mefitici similari, hanno bisogno di un passaggio soft verso vini più strutturati ed impegnativi, E' invece un prodotto tradizionale, le cui origini si perdono nella notte dei tempi, come dimostra la leggenda, fortemente radicato al territorio. Ottimo con ogni tipo di dolce o con frutta fresca d'ogni tipo lasciata ad annegarvisi (tipo Sangria, per intenderci) è anche intrigante se accompagnato a formaggi piccanti o erborinati ed insaccati cotti. Ideale, perché poco alcolico, come fuori pasto. Servire fresco a 12° C circa.


Barbera

 

Uva Rara

 

 

Pagina Iniziale

 

pagina precedente