uva cagnulari

Cagnulari

 

Isola dei Nuraghi

 

I.G.T. 2016

 

 

Scheda Tecnica

 

ZONA DI PRODUZIONE:  Sardegna del Nord, prov. di Sassari

UVAGGIO:   100 % Cagnulari

GRADAZIONE ALCOLICA : 15 % vol

DESCRIZIONE DEL VINO:

Colore: rubino decisamente carico con sfumature violacee

Odore: ricco, esuberante, con note fruttate sottolineate da nuance speziate e balsamiche

Sapore: caldo e corposo, ben bilanciato, pieno

DA CONSUMARSI ENTRO:  vino che può invecchiare senza problemi, grazie alla imponente struttura, per i prossimo lustro                                                

  

 

 

COMMENTO

 

Rarissima varietà autoctona sarda, presente quasi esclusivamente nella parte nord-occidentale dell’isola nella provincia Sassari e particolarmente nell’agro di Alghero, è stata portata con ogni probabilità dalla Spagna  dagli Aragonesi nel corso del loro dominio.

Rosso dal corpo prorompente e caldo, generoso sia al naso che al palato di sensazioni fruttate e balsamiche con nuance pepate, nonostante la gradazione di tutto rispetto si lascia bere senza difficoltà per il buon bilanciamento di tutte le componenti ed i tannini particolarmente aggraziati e morbidi.

Ama accompagnarsi al desco con portate come lui autoctone, tra cui c’è l’imbarazzo della scelta visto il ricchissimo repertorio della cucina isolana. Si può partire da un bel piatto dei celebri malloreddus o di angiulottus, ravioli imbottiti di pecorino, per passare a portate a base di carni rosse al forno o arrosto come anche il tipico agnello cotto sia allo spiedo che in spezzatino.

Servire ad una temperatura compresa fra 16° e 18° C avendo cura di stappare la bottiglia con leggero anticipo.

A chiosa uno splendido proverbio sardo:

Sa vida e su binu volen assazaòs a ticu a ticu. (La vita ed il vino vanno assaggiati a goccia a goccia).